Attività del Seminario

GRUPPI DI INTERESSE

Apostolato della Preghiera

Assistente: P. Francesco Beneduce S.I.

Coordinatore: Salvatore Porcelli

L’apostolato della Preghiera nasce nel 1844 in un seminario, in Francia, ad opera della Compagnia di Gesù, e di recente sembra aver assunto su di sé un nuovo sottotitolo, divenendo a tutti gli effetti la rete mondiale di preghiera del Papa. In quanto tale, attraverso le intenzioni che il Santo Padre, la CEI e tutti i Vescovi propongono ai fedeli, l’AdP si sforza di avere una visione universale dei bisogni del mondo, gettando lo sguardo e il cuore alle grandi problematiche dell’umanità e alla missione della Chiesa. All’interno del nostro seminario, l’apostolato della preghiera vuole essere un vero cammino interiore: come lo ha definito giustamente qualcuno, un «cammino del cuore». Questo particolare tempo di formazione ci chiama concretamente a vivere la dimensione del servizio e della preghiera, tenendo ben presente che lo spessore e la profondità, di questa generosa disponibilità nell’offrirci quotidianamente, prende come modello Gesù Cristo stesso, che si rende presente e vicino a noi nell’eucarestia. Il gruppo si impegna concretamente nell’animare l’ora media e l’adorazione eucaristica intercomunitaria del primo venerdì del mese, e ad organizzare incontri a cadenza quindicinale per condividere insieme i frutti della Parola. Nel profondo abbiamo dei desideri, delle aspirazioni, la voglia di metterci in gioco, di metterci il cuore in ciò che facciamo, di fare attività di volontariato, di partire verso le “terre di missione”, di aprire dialoghi tra i popoli e costruire ponti, di metterci al servizio dei paesi feriti dalle calamità naturali o semplicemente aiutare tra le corsie di un ospedale. E poi, senza rimanere fuori da tutto questo, c’è l’AdP e quello che propone da sempre, perché questa è la sua vocazione: pregare per tutti e per ciascuno, gli uni per gli altri; una preghiera di comunione, la preghiera del popolo di Dio. La sfida dell’apostolato della preghiera: far camminare i cuori verso Cristo, anche laddove le sole gambe non possono arrivare.

 

GAMIS

Assistente: don Bartolomeo Puca

Coordinatore: Emanuele Petrone

Il G.A.M.I.S. è un “Gruppo di Animazione Missionaria In Seminario”. Presente nel nostro Seminario Pontificio dal lontano 3 dicembre 1922, e cercando di attualizzare quel carisma missionario di San Francesco Saverio, la sua presenza nei seminari permette di formare in ciascun seminarista una coscienza missionaria e un sentimento profondo di carità verso ogni persona, di ogni terra. Esso è senz’altro un aspetto importante di quella spiritualità e azione pastorale che ogni cristiano deve avere, in risposta all’invito di Cristo che chiama a portare la Buona Notizia del Vangelo a tutte le genti. Con la mediazione della preghiera come luogo di incontro e di relazione col Padre, si impara ad offrire le azioni della giornata per le missioni e per quanti sono impegnati in esse. In virtù di quel primo impegno, che è la preghiera, in tutto l’anno il G.A.M.I.S. organizza momenti di preghiera esclusivi per le missioni, come una messa periodica per l’evangelizzazione dei popoli, la celebrazione della Giornata dei Missionari Martiri, l’animazione dei momenti liturgici dell’Ottobre “Missionario”. Oltre alla formazione e ai momenti di preghiera, il G.A.M.I.S. cura la redazione di un foglio mensile “La voce della Missione”, proprio per testimoniare attraverso l’annuncio e la parola quanto sia importante avere uno sguardo ancorato al mondo, alle sue sofferenze e a quanti scelgono di vivere una chiamata prettamente missionaria. Inoltre, si vede impegnato nel servizio presso il bar della Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale: un’attività che diviene fondamentale presupposto per un aiuto anche concreto e duraturo verso chi più è in difficoltà. Infatti tutto il ricavato ottenuto viene destinato ad azioni missionarie, stabilite ogni anno. Quelle più lontane, quelle più vicine.

 

Gruppo Ecumenico “Ut Unum Sint”

Assistente: don Armando Nugnes

Coordinatore: Alfonso Moriano

«Ut unum sint! È l’appello all’unità dei cristiani, che il Concilio Ecumenico Vaticano II ha riproposto con così appassionato impegno (Ut unum sint, § 1). Per questo la formazione ecumenica nei seminari, lungi dall’essere considerata una semplice opzione, è in realtà un imperativo della coscienza cristiana illuminata dalla fede e guidata dalla carità in quanto «tutti i fedeli sono chiamati ad impegnarsi per realizzare una comunione crescente con gli altri cristiani» (Direttorio, § 55-56). Appare sempre più attuale un dialogo trasversale tra tutte le religioni, un dialogo che permetta una reciproca conoscenza per incarnarsi nella convivenza pacifica: «non significa rinunciare alla propria identità quando si va incontro all’altro, e nemmeno cedere a compromessi sulla fede e sulla morale cristiana. È per questo motivo che dialogo interreligioso ed evangelizzazione non si escludono, ma si alimentano reciprocamente. Non imponiamo nulla, non usiamo nessuna strategia subdola per attirare fedeli, bensì testimoniamo con gioia, con semplicità ciò in cui crediamo e quello che siamo. In effetti, un incontro in cui ciascuno mettesse da parte ciò in cui crede, fingesse di rinunciare a ciò che gli è più caro, non sarebbe certamente una relazione autentica. In tale caso si potrebbe parlare di una fraternità finta» (Papa Francesco, Discorso alla plenaria del Pontificio Consiglio per il dialogo interreligioso, del 28 novembre 2013). In risposta a tale esigenza si propone di sensibilizzare nei seminari l’impegno ecumenico come una necessità che ci spinge a «cercare i nostri fratelli», mediante attività formative, incontri di preghiera ecumenica – in modo particolare l’animazione della settimana di preghiera per l’unità dei cristiani – scambi culturali e testimonianze di fede. Inoltre una particolare attenzione è rivolta al dialogo con gli Ebrei e alle altre religioni monoteiste mediante dibattiti e incontri formativi monotematici.

 

Gruppo Musica

Coordinatore: Sebastiano Marino

Il gruppo musica nasce dal desiderio di condividere una passione comune, quella per la musica. Tale passione è stata messa a servizio della comunità collaborando all’animazione delle feste organizzate durante l’anno formativo. Animati dallo spirito di comunione e di servizio mettiamo a disposizione i talenti che il Signore ci ha donato. Ecco perchè, ascoltando l’esigenza dei molti, da quest’anno, ci siamo proposti di aiutare la crescita del gruppo musica e dei suoi componenti in modo nuovo. Questa novità consta nell’apprendere le tecniche di canto e di lettura degli spartiti per poterli riprodurre con strumenti quali Chitarra e tastiera. Animati dalla Gioia del Signore, con la musica, vogliamo suscitare nei nostri fratelli la stessa Gioia.

 

Gruppo Cinema: “Nuovo Cinema Paradiso”

Coordinatore: Giacomo Savarese

Nel corso dell’anno formativo il gruppo “Nuovo Cinema Paradiso” ha cura di organizzare la proiezione di diversi film (in genere non più di quattro), legati l’un all’altro da un unico tema, sfondo comune di ogni appuntamento. Ogni incontro è teso a stimolare la riflessione su questioni che riguardano da vicino il nostro presente: culturale, laddove molto spesso anche dal mondo dei media giungono messaggi disordinati e non sempre veritieri. Scopo di questi incontri è anche promuovere una lettura critica delle pellicole cinematografiche, valorizzando l’opera del regista, dei produttori e dell’intero contesto che ha generato e coinvolto la realizzazione del film. Sia per la lettura critica, sia per quella tematica, ad ogni appuntamento, invitiamo persone qualificate che possano aiutarci a sfruttare le possibilità date dai diversi incontri.

 

Gruppo Teatro

Coordinatore: Paolo Buono

Il gruppo di interesse teatrale nasce con lo scopo di far avvicinare le persone alla recitazione sia impegnata che comica e al contempo renderla strumento di socializzazione e fraternità. Il gruppo si prefigge di animare i momenti di festa comunitaria come quella del Santo Natale e quella di fine anno formativo.

 

GRUPPI DI SERVIZIO

 

Corale del Seminario

Direttore: Paolo Buono

L’istruzione del Consilium e della Sacra Congregazione dei riti, Musicam Sacram, a seguito delle norme conciliari riguardanti la riforma liturgica sottolinea l’importanza di avere e promuovere con cura un «coro o una cappella musicale o una schola cantorum specialmente nelle cattedrali e nelle altre chiese maggiori, nei seminari e negli studentati religiosi» (Cf. MS 19). Per questo motivo il Pontificio Seminario Campano Interregionale costituisce annualmente una corale per animare le celebrazioni più significative nella vita della comunità ed è formata dai seminaristi che intendono prestare il proprio ufficio liturgico allo scopo di garantire non soltanto il «decoro dell’azione sacra e l’edificazione dei fedeli», ma anche allo scopo di trarre un «vero bene spirituale per gli stessi cantori» (cit. 24). «Il canto e la musica rivestono un ruolo importante nella liturgia, aiutano a creare e ad esprimere meglio sentimenti di gioia, lode, ringraziamento, pentimento, meditazione, comunione. L’Ordinamento Generale del Messale Romano dice che “il canto è segno della gioia del cuore” (39) e ancora raccomanda che “sia data grande importanza al canto nelle celebrazioni liturgiche” (40). Cantare è il modo più forte di pregare dell’assemblea: non si tratta di cantare durante la celebrazione, ma di celebrare cantando» (A. Parisi, Celebriamo in Spirito e Verità. Introduzione). La corale si propone pertanto come «segno ed espressione di una comunità che attraverso il canto celebra e alimenta la sua fede e la sua preghiera». (cit.)

 

Gruppo Sportivo

Coordinatori: Francesco Zarrillo e Domenico Papa

Il gruppo sportivo è una delle attività presenti nella vita di Seminario. Esso non è solo uno strumento per essere sempre in forma, ma è anche una grande opportunità per crescere nella fraternità attraverso lo sport. Quest’anno in modo particolare con l’ampliamento della palestra, sono tanti i seminaristi che hanno deciso di dire no ad una vita sedentaria, dedicandosi a coltivare la passione per il calcio e per la palestra, organizzando anche partite a biliardino e a ping-pong. Quest’attività sportiva organizza ogni anno un torneo intercomunitario di calcio, oltre a partecipare al torneo regionale e nazionale dei Seminari Interregionali. Tutto questo permette al giovane che si prepara al sacerdozio di formarsi attraverso lo sport che resta anche nelle nostre attività pastorali uno strumento di evangelizzazione nel fare comunità.

 

Giornalino “Communio”

Coordinatore: Luigi Dongiglio

Fondato nel gennaio   2001, Communio costituisce   il   foglio   di informazione   interna, pubblicato a cadenza semestrale, del Pontificio Seminario Campano Interregionale. Raccoglie l’eredità di Cor unum (chiamato in seguito Cor unum in Christo, sotto consiglio di papa Pio XI), organo trimestrale di stampa dell’allora Seminario Regionale Campano, nato nel 1922 (e pubblicato fino al 1941) con l’intento di essere «l’eco fedele della vita del Seminario». È possibile descrivere la caratterizzazione odierna di questo semestrale di informazione attraverso tre keywords: bifrontalità, che esprime il desiderio di avere uno sguardo attento sia alla vita del Seminario (ad intra ) che alla vita della Chiesa e della società (ad extra);  motilità , risorsa e limite, che indica l’identità dinamica di un’informazione espressa  in una   forma  mai  identica,  variante  a  seconda  della  creatività   e  della pluralità  di  voci che frequentano l’agorà  del nostro Seminario.